Il browser corrente (Unknown 0.0) non è supportato
Nella pagina Verifica Compatibilità è possibile controllare dettagliatamente le funzionalità del proprio browser e verificare le funzionalità richieste da questo sito.
testata
Comunicazione rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione
Home | Help | Verifica Compatibilità
Attenzione! Dalla data del 15 dicembre 2016 non è più attivo il sistema telematico per la compilazione e l'inoltro del MUD 2016 (relativo ai dati 2015). Il sistema verrà reso disponibile, per l'invio del MUD 2017 (relativo ai dati 2016) a partire dal 27 febbraio 2017.

Home

MUD 2017

L'articolo 12 del Decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244 ha modificato il Decreto Legge 31 agosto 2013, convertito con modificazioni dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125, n. 101, stabilendo che, fino alla data del subentro nella gestione del servizio da parte del nuovo concessionario e comunque non oltre il 31 dicembre 2017 continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, nonchè le relative sanzioni.

L'articolo 189 c.3 prevede che chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione, le imprese e gli enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento di rifiuti, i Consorzi istituiti per il recupero ed il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti, nonché le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi e le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all'articolo 184, comma 3, lettere c), d) e g), comunicano annualmente alle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura territorialmente competenti, con le modalità previste dalla legge 25 gennaio 1994, n. 70, le quantità e le caratteristiche qualitative dei rifiuti oggetto delle predette attività.

In assenza di modifiche di legge il MUD da presentare entro il 30 aprile 2017, sarà quello previsto dal D.P.C.M. del 17/12/2014, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 97 alla Gazzetta ufficiale n. 299 del 27/12/2014, e successivamente confermato dal D.P.C.M. 21 dicembre 2015.

Il modello, già utilizzato nel 2015 e nel 2016, sarà utilizzato per le dichiarazioni da presentare, entro il 30 aprile 2017: rimangono immutate le istruzioni per la compilazione del MUD, le modalità di trasmissione e i diritti di segreteria.

Chi sono i soggetti tenuti

I soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati comunicano le seguenti informazioni relative all'anno precedente:

Inoltre i Comuni devono comunicare la quantità di rifiuti di apparecchiatura elettriche ed elettroniche raccolte anche tramite i centri di raccolta così come individuati dall'art.12 del D.Lgs 49/2014.

Cosa è cambiato nei dati da trasmettere

La logica e le modalità di compilazione rimangono immutate rispetto alla dichiarazione presentata nel 2015 e nel 2016.

Come va compilato

Il Comune o Consorzio di Comuni o Comunità montana deve compilare la comunicazione rifiuti urbani esclusivamente via telematica, tramite il sito www.mudcomuni.it predisposto da Unioncamere. Il modello allegato al decreto è riportato a scopo esemplificativo e non può essere utilizzato per trasmettere la comunicazione.

Come va trasmesso alla Camera di commercio

La trasmissione può avvenire con spedizione postale o via telematica.

Scadenza

La scadenza è il 30 aprile 2017

Diritto di Segreteria

I diritti di segreteria sono pari a 10,00 € in caso di spedizione telematica e pari a 15,00 € in caso di spedizione cartacea. il diritto di segreteria può essere corrisposto nel caso di spedizione cartacea mediante versamento in conto corrente postale, nel caso di spedizione telematica con carta di credito o avvalendosi del servizio fornito da Telemaco Pay.

Attenzione

Documenti